lunedì 4 gennaio 2010

Frittelle di Mare...

... Quest'anno le mie feste non sono state un granchè... l'aria che tirava in casa mia non era delle migliori... ma nonostante tutti gli incidenti di percorso, gli intoppi e le chiacchiere inutili... ho preparato anche il cenone di capodanno... ed ho inserito queste chicche nel menù...
Sono una cosuccia semplicissima... noi diciamo "sciuè-sciuè" ma rappresentano una parte fondamentale della nostra tradizione culinaria... Si tratta di due tipi di frittelle: una al baccalà ed una alle alghe di mare!
So che in molti storcerete un pò il naso o penserete che son matta... ma nelle zone costiere della campania le frittelle di alghe sono dei bocconcini prelibati che occupano un posto fisso nei menù di tutti i ristoranti di rispetto!


Nei primi piani successivi... potete notare il verde delle alghe marine... vi assicuro che il gusto è formibabile! a patto però che le alghe siano fresche e ben lavate!


Quest'altre invece sono le frittelle col baccalà... che non ho mai capito perchè...coloriscono di più in cottura! non so se riuscite a notare i filetti di baccalà all'interno della pasta sofficissima!

La base è identica per entrambe le frittelle: una pastella lievitata (farina, acqua, lievito, sale) molto morbida ma non liquida a cui si aggiungono le alghe fatte a pezzettini (io le prendo gratis dal mio pescivendolo di fiducia... le lavo e le lascio asciugare e poi le surgelo...per averne sempre all'occorrenza) oppure il baccalà (prima lessato giusto per 5 minuti) diliscato e sfaldato...
si lascia riposare per un'oretta circa... e poi si frigge a cucchiaiate in olio ben caldo e profondo...
ed il risultato sono queste chicche buonissime...morbide e scioglievoli in bocca, al profumo di mare... che andrebbero gustate "frienno e magnann..." cioè belle calde...appena fritte!







7 commenti:

  1. Io una capatina da teper confortarti e per gustarmi queste splendide frittelle l'avrei fatta!!..Un abbraccio forte e vedrai che tutto si sistemerà!!
    ciao Morena

    RispondiElimina
  2. grazie cara! sei sempre gentilissima ed affettuosa... ma chi l'ha detto che internet è un mondo virtuale???
    per em valete più voi amiche di rete, di forum e di blog... che le persone che ho vicino certe volte!
    ricambio il tuo abbraccio di vero cuore amica mia!

    RispondiElimina
  3. UHMMMMMMM!!!! Che buone che sono queste frittelline! Io le adoro...BRAVA ENZA!

    RispondiElimina
  4. ciao cara...buonissime le mitiche frittelle
    ma volevo sapere come ti regoli con l'acuqa,e quindi la pastella come deve essere?
    e dal punto di vista della conistenza una volta cotte,come sono?dawero scioglievoli ,morbide o leggere?e mica sono unte?scusa per le mille domande ma quando le faccio mi vengono sempre diverse...un bacio

    RispondiElimina
  5. Che belle! e il tavolo è apparecchiato in modo stupendo! *___*

    RispondiElimina
  6. grazie Ramona!
    e grazie Streghetta!
    ciao Marianna... ti dirò che le prime volte che le facevo mi venivano una ciofeca... crude all'interno e pesanti...oppure troppo cotte anche esternamente...
    poi con l'esperienza ho imparato a dosare l'acqua: la pastella deve cadere lentamente dal cucchiaio...
    prova con piccole dosi di farina...piano piano capirai anche tu dove stanno i tuoi sbagli!
    baci

    RispondiElimina
  7. Queste mi fanno gola da morire...:-)

    RispondiElimina