sabato 27 settembre 2014

Croissant Francesi… ancora!

 

Collage1355

Eh si! perchè la soddisfazione di sfogliare e ottenere risultati semplicemente magnifici non ha paragoni!

Avevo una voglia pazza di riprendere a produrre… e questi croissant (presi da un sito francese) mi avevano colpito per la particolare mollica: alveolata, ma senza buchi enormi… facevano venire voglia di addentare lo schermo!

Collage1350

 

E così mi sono armata e sono partita!

Ho adattato ai miei tempi la lavorazione e nelle spiegazioni vi dirò tutto per filo e per segno.

Collage1354

Pronte? allora copiatevi subito la lista degli ingredienti e correte a far la spesa! :D

Collage1352

Croissant Francesi:

Ingredienti:

500 gr di Farina Petra 1 o una buona 0

140 gr di acqua

140 gr di latte

55 gr di zucchero

40 gr di burro morbido

20 gr di lievito di birra fresco

12 gr di sale

1 cucchiaino di malto d’orzo

280gr di burro per il panetto da sfogliare

La ricetta parlava di farina tipo 55, io mi sono documentata e corrisponde ad una buona 0, ma avendo disponibilità di Petra1 ho preferito usare quella.

Sbriciolate il lievito con lo zucchero e il malto al centro della farina, versate metà liquidi ed avviate la planetaria, gancio a K a velocità 1.5.

Aggiungete ancora i liquidi ed il sale e lasciate rapprendere.

Montate il gancio e unite il burro morbido: essendo pochissimo non c’è bisogno di farlo a pezzettini.

Lasciate incordare, operazione che richiederà pochissimi minuti.

E poi coprite con cellophane e mettete a riposare in frigo per 5 ore (la ricetta diceva tutta notte).

Tra due fogli di carta forno appiattite i 280gr di burro necessari alla sfogliatura, più o meno lo spessore deve essere di 4mm, e poi tenetelo in frigo.

Trascorse le 5 ore, tirate la pasta su un piano leggermente infarinato in un quadrato non troppo sottile atto a contenere il panetto di burro. Ripiegate i lembi di pasta accavallandoli sul burro, come a creare un pacchetto.

Ora tirate questo pacchetto in un rettangolo, lavorando col matterello dal centro verso l’alto e dal centro verso il basso.

Date ora la prima piega a 3 e riponete in frigo per 30 minuti.

Alternate altre 2 pieghe a 3 con il riposo di 30 minuti in frigo.

Dopo l’ultimo riposo tirate la pasta in rettangolo regolare, più o meno a 4mm di spessore (non fatela più spessa sennò avrete dei croissant troppo pesanti) e ricavatene i triangoli.

Arrotolateli e lasciateli riposare per un’oretta e mezza circa.

Quando i croissant saranno gonfi, pennellateli con un tuorlo diluito con acqua: in questo modo il sapore non è invadente ed è più leggero.

Preriscaldate il forno a 195° ed infornate in modalità ventilata. Dopo 6 minuti abbassate la temperatura a 165° e continuate la cottura per altri 10 minuti.

Collage1356

Il risultato? Giudicate voi: mollica leggerissima e finemente alveolata, crosticina dorata e scroccarella, profumo di burro…

A me sono piaciuti davvero un sacco!

Collage1353

8 commenti:

  1. Che brava che sei!!! Quanta pazienza..ma la soddisfazione è tanta..
    Buona domenica

    RispondiElimina
  2. Enza i complimenti con te non si possono risparmiare!!!! SEI TROPPO BRAVA!!!!
    Un abbracciotto

    RispondiElimina
  3. Sono uno spettacolo!!!!!! Arrivo qui da Mila, proprio incuriosita dai tuoi croissants... sono spettacolari. Perfetti. Bravissima! Il malto d'orzo lo usi in polvere?

    RispondiElimina
  4. Belli da mordere i tuoi croissant! Un bacio

    RispondiElimina
  5. Sono meravigliosamente stupendi...una colazione da sogno!
    Bravissima!!!
    Un abbraccio Laura<3<3<3

    RispondiElimina
  6. Bellissimi complimenti davvero. il tuo blog è davvero delizioso. :)

    RispondiElimina

  7. Estive a ver e ler algumas coisas, não li muito, porque espero voltar mais algumas vezes, mas deu para ver a sua dedicação e sempre a prendemos ao ler blogs como o seu.
    Com receitas deliciosas que algumas espero experimentar.
    Se me der a honra de visitar e ler algumas coisas no Peregrino e servo ficarei radiante, e se desejar deixe o seu parecer.
    Abraço fraterno.
    António.
    http://peregrinoeservoantoniobatalha.blogspot.pt/

    RispondiElimina