Powered By Blogger

mercoledì 27 novembre 2013

Torta Caprese al Pistacchio, rinnoviamo un pò la tradizione!

Collage989 Metti un sabato uggioso… col cielo carico di nuvoloni, che ti costringe a restare a casa anche se tu avevi voglia di uscire…

Metti una madre che ti chiede di preparare “un pò di pandispagna che ci mettiamo un pò di nutella e via”…

Metti che a te il pandispagna t’ha stufato (sarà colpa di tutte le torte che sforno?) …

Metti che ti viene voglia di provare ad accontentare tutti: marito che non ama il cioccolato fondente o al latte, figlio che non ama le torte farcite di creme, madre che vuole qualcosa di morbido che non sia al limone…

Metti che in dispensa trovi un pacchetto che giace lì semi-abbandonato ed un barattolino ormai sfinito…

Metti che… decidi di buttarti e sperimentare! :D

Collage990 Per questa torta sono partita dalla ricetta della Caprese al Limone di Salvatore DeRiso, aggiustando il tiro qui e là…

Il risultato? bè… giudicate voi!

Collage991Torta Caprese al Pistacchio:

Ingredienti:

350 gr di uova (circa 7 medie)

70 gr di olio extravergine d'oliva

70 gr di olio di semi di mais

170 gr di zucchero a velo

60 gr di mandorle intere non pelate

100 gr di farina di pistacchi

120 gr di farina di mandorle

2 cucchiaini di pasta al pistacchio

250 gr di cioccolato bianco

85 gr di zucchero semolato

70 gr di fecola di patate

10 gr di lievito per dolci

1 pizzico di sale

semi di vaniglia o essenza

Io ho utilizzato la farina di pistacchi e quella di mandorle perchè le avevo in dispensa, ma nulla vieta di prendere la frutta secca e macinarla tutta assieme.

Nel boccale del mixer ho messo la farina di pistacchi, le mandorle intere, la farina di mandorle, la fecola di patate, il cioccolato bianco a pezzetti e lo zucchero a velo, il lievito in polvere e ho avviato alla massima velocità: in pochi minuti tutto era perfettamente amalgamato.

La fecola di patate e lo zucchero a velo permettono alla frutta secca ed al cioccolato di diventare polvere senza rilasciare oli o grassi…

Montate le uova con lo zucchero semolato, aggiungete il sale, la vaniglia, i due oli (io li ho miscelati perchè non amo il gusto troppo predominante dell’olio di oliva) e la pasta di pistacchio. Aggiungete la miscela secca e amalgamate: non preoccupatevi se la massa si smonta: non deve raddoppiare di volume.

Versate tutto in una tortiera imburrata e infarinata con la fecola.

In forno a 200° per i primi 5 minuti e poi a 160° per 35 minuti.

Collage992Io ho utilizzato una tortiera in alluminio leggero e si è formata una crosticina abbastanza spessa, in una tortiera normale non dovrebbe accadere.

L’interno comunque è bello morbido e umido al palato.

E per renderla ancora più sfiziosa si potrebbe aggiungere una manciata di pistacchi tritati grossolanamente…

 

Collage993

15 commenti:

  1. Metti che mi trivi li nei paraggi per caso, mica me ne offriresti una fetta? :-)

    RispondiElimina
  2. Mmmmm swi sempre la number one!!:))) filomena

    RispondiElimina
  3. Enza hi difficolta'con il mio account gmail , quindi mi fa commentare solo in forma anonima ..è uno spettacolo sta torta da fare subitissimo!!:* Filomena

    RispondiElimina
  4. deve essere proprio buona, così come lo è la caprese classica, grazie e complimenti

    RispondiElimina
  5. fantastica questa versione al pistacchiooo!!!! bravissima!!!

    RispondiElimina
  6. Pistachos que ricos.
    El color te ha quedado ideal.
    Un saludito

    RispondiElimina
  7. Buonissima assaggiata ieri ed e'gia trascritta nel mio ricettario ancora complimenti!!!

    RispondiElimina
  8. mi piace molto questa versione al pistacchio

    RispondiElimina
  9. Buonissima! complimenti davvero adoro il pistacchio, la proverò sicuramente! Se ti va vieni a dare un'occhiata ai miei negozi online: www.idee-regali.it e www.dolcidecori.it. Ti aspetto!

    RispondiElimina
  10. sarà sicuramente buonissima....ti seguo da un pò e devo dire ke sei davvero brava! ^-^ un bacio.

    RispondiElimina
  11. ma che bontààààà!!!!!! copiata!!!!
    un abbraccio e mille auguri!!!!!

    RispondiElimina
  12. una bella rivisitazione,bella idea!!

    RispondiElimina