lunedì 25 novembre 2013

Pasticelle Salernitane… quando la tradizione è di un buono assoluto!

Collage978 

Oggi son di poche parole… colpa della stanchezza, o forse colpa dell’aria… o forse solo colpa mia, che mi lascio coinvolgere troppo in situazioni che non hanno nè capo nè coda…

Collage985 La prima volta che ho assaggiato questi dolcetti è stato a casa di una pseudo-amica. Li aveva preparati sua mamma e per mesi l’ho tampinata per avere la ricetta senza mai giungere ad alcun risultato.

Poi chiacchierando casualmente con una persona è venuta fuori la cosa e lei gentilmente mi ha passato la sua ricetta di famiglia.

Dal dire al fare stavolta non c’è stato di mezzo il mare, ma giusto il tempo di comprare le castagne secche!!!

Collage986 Questi dolcetti appartengono alla tradizione salernitana e cilentana e sono strettamente legati al periodo natalizio… tant’è che il loro involucro esterno è molto simile alla pasta degli struffoli.

Pasticelle Salernitane:

Ingredienti Pasta:

1kg di farina 00

250 gr di burro

200gr di zucchero semolato

1 pizzico di sale

2 uova

1/2 bustina di lievito per dolci

33cl di birra chiara

semi di vaniglia

 

Ingredienti Ripieno:

500gr di castagne secche

250gr di cioccolato fondente

2 tazze di caffè caldissimo

125gr di zucchero

una manciata di pinoli

anice

La sera prima mettete in ammollo le castagne in abbondante acqua… ed al mattino lessatele per circa 40/45 minuti: devono diventare belle tenere. Riducetele in purea con l’aiuto di uno schiacciapatate.

In una ciotola tritate il cioccolato fondente e versatevi sopra il caffè bollente: con una frusta a mano fate sciogliere il cioccolato… aggiungete lo zucchero e l’anice, i pinoli tritati grossolanamente e la purea di castagne.

Amalgamate bene il composto e lasciatelo raffreddare.

Quando sarà freddo se vi sembrasse troppo asciutto aggiungete un altro pò di caffè o se preferite un pò di latte.

Impastate la pasta come una normale frolla usando la birra come legante, quindi versatela poco a poco finchè avrete ottenuto un panetto ben compatto e sodo al tatto.

Tiratela ad uno spessore di 4-5mm e ritagliatene tanti dischetti col coppapasta. Mettete una noce di ripieno al centro, pennellate con un albume i bordi e sovrapponete un altro dischetto premendo bene per farlo chiudere. Praticate tante piccole incisioni sul bordo senza arrivare al centro: in cottura si solleveranno sfalsandosi e creando l’aspetto tipico. Se avete fretta potete anche formare delle semplici mezzelune: saranno goduriose comunque! ;-) 

Friggete le Pasticelle in abbondante olio caldo e scolatele su carta assorbente.

Poi potete servirle o semplicemente cosparse di zucchero a velo o irrorate da un composto di miele, zucchero e liquore (come si fa per gli struffoli) e con tanti confettini colorati…

Collage988

Collage987

6 commenti:

  1. Non avevo mai visto questi dolcetti, e ovviamente neanche mai assaggiati. Sembrano quasi dolcetti da carnevale. Io comunque non mi farei problemi a mangiarli anche adesso :)

    RispondiElimina
  2. belli davvero e da provare. Che tazza occorre usare per il caffè? ( da The o da latte? )
    Grazie
    francesca

    RispondiElimina
  3. buoni e perfetti, bravissima

    RispondiElimina
  4. Buonissimi!! Sono i miei preferiti!!
    Non so a Salerno ma ad Avellino si fanno per Natale!!
    Un bacio.
    Incoronata

    RispondiElimina
  5. Piacciono anche a me, complimenti per la ricetta e il blog!
    Cari saluti dal Sport Hotel Silandro, Sabrina.

    RispondiElimina