martedì 6 novembre 2012

Una nuvola di Focaccia Pugliese...




Oggi vi do il Buongiorno in musica... :-)
è un ritmo ke ieri mi ha risuonato in testa per quasi tutto il giorno.
Ed ho deciso di condividerlo con voi, perchè è orecchiabile ed è allegro. 
O almeno a me m'ha messa di buon'umore... e questo è un buon segno, perchè significa che finalmente sto risorgendo... ^_^
In questi giorni in cui il mio morale era sotto i tacchi (12 of course! ) sembrava che le nuvole nere si addensassero sempre di più... invece ora pare che si stiano finalmente dissolvendo!



 Questa Focaccia prende spunto da quella di Paoletta di AniceeCannella... e solo pronunciare il suo nome è sinonimo di garanzia... io comunque ho un pò modificato le proporzioni delle farine e fatto qualche aggiunta...

Focaccia Pugliese.
Ingredienti: 
540 gr di farina 0
100 gr di semola
60 gr di fiocchi di patate
280 gr di acqua
280 gr di latte di soia
50 gr di olio evo
18 gr di sale
10 gr di malto d'orzo liquido
15 gr di lievito
pomodorino q.b. 
origano
fiocchi di sale di Cipro

Setacciamo le farine coi fiocchi di patate e sbricioliamo al centro il lievito, copriamo col malto d'orzo. A parte misceliamo l'acqua ed il latte di soia. Aggiungiamo l'olio alle farine, metà dei liquidi ed avviamo la planetaria a velocità 1.5 ... aggiungiamo il sale ed i liquidi restanti e lasciamo lavorare... la pasta è molto idratata, quindi va incordata: io ho impiegato circa 20 minuti, tenendo la velocità costante e con un paio di pause da pochi minuti l'una. 
Lasciamo riposare la pasta per un'ora e mezza circa (dipende come sempre dalla temperatura ambientale) coperta con cellophane.
Ora scaravoltiamo la pasta (che dopo il riposo ha una consistenza ancora più liscia ed elastica) sul piano di lavoro spolverato di semola... e diamo una piega a 3... rivoltiamo il panetto (senza schiacciarlo troppo) e diamo una nuova piega a 3... e formiamo poi una palla rivoltando i lembi sotto... 
Lasciamo riposare la pasta ancora per mezz'ora, dopodichè scaravoltiamola in una teglia ben oleata  e con la punta delle dita ben  unte (passaggio fondamentale: se la pasta vi si appiccica alle dita, rischiate di bucarla e far uscire tutti i gas di fermentazione) andiamo a stenderla per tutta la teglia...
Copriamo la superficie coi pomodorini tagliati a metà, l'origano ed i fiocchi di sale, e la lasciamo riposare ancora per mezz'ora.

Nella foto sotto potete vedere tutte le bollicine di fermentazione sulla superficie della focaccia ^_^
  

Preriscaldiamo il forno a 250° in modalità statica e cuociamo la nostra focaccia per 20 minuti circa: come sempre i tempi sono indicativi: tenetela sempre d'occhio ed appen è dorata, tiratela fuori! 



Il risultato è una vera nuvola! la mollica soffice e leggera, piena di alevoli grandi come il traforo del Monte Bianco come piacciono a me!
E si mantiene inalterata anche per il giorno successivo...
La mia è particolarmente alta perchè a noi pizza e focaccia piacciono corpose, ma con questa dose vengono fuori 2 belle teglie di focaccia!








9 commenti:

  1. Buonissimaaaaaa!!!!!!! Ottima presentazione!

    RispondiElimina
  2. Da barese quale io sono i do un bel 10!

    RispondiElimina
  3. davvero bella! complimenti Enza

    RispondiElimina
  4. Grande Enza!!!! Continua a cantare se poi ti escono queste delizie. Concordo con te che le ricette di Paoletta sono una garanzia!!!!
    Braci&Abbracci

    RispondiElimina
  5. Enza ma è fantastica! che bei buchi e la morbidezza...si avverte anche dalla foto!
    Bravissima

    RispondiElimina
  6. Enza, le tue produzioni mi lasciano sempre a bocca aperta!!!!
    Se passi da me, c'è un piccolo dono per te!!!
    Un bacione.
    Stella

    RispondiElimina
  7. Semplicemente meravigliosa!!
    E' proprio una nuvola !!!
    Bravissima Enza!!
    Un abbraccio e buona serata
    Carmen

    RispondiElimina
  8. Spero che adesso si son proprio dissolte le nuvole...la focaccia non ha bisogno di commenti...ma solo di essere assaggiata. Un abbraccio. Baci.

    RispondiElimina