lunedì 15 ottobre 2012

Di acqua, di bufala, di esperimenti, di pizza e di amicizia!




 Come molti di voi sanno io sono Campana, Salernitana per la precisione, ... e quando ero piccola mio papà mi portava spesso a Paestum (dove lui andava per lavoro), e ricordo che in auto attraversavamo immense distese di campagna aperta... e spesso incrociavamo mandrie di Bufale che pascolavano pacifiche e beate...
E alle mie domande di bimba ingenua, mio papà diceva che quelle bufale così placide vivevano nel loro paradiso ed in cambio regalavano un magnifico latte da cui si ricavava una buonissima mozzarella.
E di quella mozzarella io ne sono ghiottissima... anche se oggi sono cambiate tante cose... e le bufale che vagano libere per le campagne tra Battipaglia, Eboli e Paestum sono ormai cosa più unica che rara....
Quindi quando qualcuno (un nome a caso: Nuccio de Il Blog di Max) ha cominciato a parlare di impasti preparati con l'acqua di governo e filatura della mozzarella, mi sono incuriosita molto. 
Da questi discorsi sono nati esperimenti, pani, focacce, pizze... tutte dall'aspetto meraviglioso, ma sono sorte anche beghe, e queste di sicuro del meraviglioso hanno proprio poco... ma vabbè...

A Nuccio mi lega una forte amicizia (anche se lui ogni tanto si chiede chi glielo abbia fatto fare! :D ....) e questo post è solo un piccolo tributo al suo essere Blogger umile e disponibile nonostante la sua innegabile grandezza, al suo essere amico di tutti, al suo essere uomo di principi. al suo essere compagno di merende, scorribande e risate... 

Della tecnica, delle informazioni chimiche/nutrizionali, dei consigli per l'impasto e delle dosi (a occhio eh, che lui sia mai pesasse qualcosa!)  potrete trovare ampio spazio dallo stesso Nuccio qui e da Agostina qui ...
Io mi limito a dirvi che ho visto un piccolo miracolo svilupparsi sotto i miei occhi: guardate i panielli appena formati quante bollicine di fermentazione mostrano in superficie, nonostante nella pasta non ci siano lieviti aggiunti:
 
 


E una volta stesi con le mani, i dischi di pasta sono pieni di vita: decine di bollicine di gas appaiono sulla superficie! 




 

 

 Nonostante io abbia avuto qualche intoppo nella stesura della pizza, si è sviluppata comunque bene in forno ed è risultata leggerissima... un vera nuvola! 
A voi non resta che documentarvi per bene e mettervi all'opera! :-)



8 commenti:

  1. Bellissimo post e stupenda ricetta!!!!!

    RispondiElimina
  2. avevo letto sia Nuccio che Ago, ora dopo aver letto anche il tuo post non mi resta che provare!
    un abbraccio e buona settimana!

    RispondiElimina
  3. e si vede si che ė leggera come una nuvola
    Complimenti
    Ciaoooo

    RispondiElimina
  4. caspita...dev'essere buonissima e leggera

    RispondiElimina
  5. Ma che spettacolo!!! secondo te funziona anche con l'acqua delle fiordilatte? ne avrei giusto una in frigo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si Elenuccia c'è una blogger che ha tentato anche col fiordilatte ma adesso mi sfugge il nome! :-(

      Elimina