venerdì 18 maggio 2012

Torta Fredda Pistacchio e Geleè di Fragole...

Certi giorni non vanno proprio come avevi pensato.
Alcune cose ti sorprendono in positivo.
E ti sembra di viaggiare su una nuvoletta.
Poi... tutt'a un tratto la nuvoletta si dissolve e tu cadi.
Col culo per terra.
E fa un gran male.
E ti arrabbi. Ti arrabbi con la nuvoletta. Con la sfiga. Col mondo intero.
Ma la verità è che ti arrabbi soprattutto con te stessa.
Perchè sei stata tu a creare quella nuvoletta. Sei stata tu a salirci sopra. Sei stata tu a credere di poterci andare sempre più su.
Ed il brusco risveglio brucia. Ah, e quanto brucia.
Ma si stringono i denti e si va avanti.
Di botte ne ho prese tante... come dice Liga "che non è la botta o il male... ma purtroppo è il livido" ...
Certe cose ti segnano più di altre... di alcune il livido ti resta addosso per sempre, di altre dopo un pò non te ne ricordi quasi più... altre ancora formano solo un piccolo rossore.
Io ho la pelle dura (e un pò anche la testa) ... alla fin fine anche questa botta passerà... e forse domani già non me ne ricorderò più...

Di questa torta invece me ne ricorderò di sicuro... Nata quasi per caso... in un weekend in cui avevo in programma tante altre cose..... nata per la voglia di sperimentare e per la voglia di stupire... si è rivelata incredibilmente buona... al punto da crearmi quasi dipendenza ... proprio a me che di solito non amo le torte!

Ingredienti per la base:

180 gr di biscotti digestive
80/90 gr di burro
Questa è la cosa più semplice: tritate i biscotti e mescolateli col burro fuso, maneggiandoli e pressandoli ... poi foderate il fondo della teglia a cerniera di carta forno e pressatevi l'impasto livellandolo e compattandolo bene. Lasciatelo indurire in frigo.

Ingredienti Geleè di Fragole:
350 gr di fragole
120 gr di zucchero
5 gr di gelatina in fogli
succo di limone
frullate le fragole con il succo di limone e lo zucchero e poi trsferite il composto in un pentolino e portate ad ebollizione... lasciate sobbollire per un paio di minuti, mescolando spesso sennò lo zucchero caramella sul fondo... Aggiungete la gelatina, tenuta in ammollo in acqua fredda e poi ben strizzata, e rigirate bene per farla sciogliere uniformemente. Trasferite il composto in una teglia di un paio di cm più piccola di quella dove monterete la torta e ponetela a raffreddare in freezer.

Ingredienti Crema:
75 gr di burro
110 ml di latte
170 gr di zucchero
9 gr di gelatina in fogli
2 uova intere
1 tuorlo
pasta di pistacchio
pizzico di sale
300 ml di panna montata
Fate fondere il burro. In un pentolino miscelate le uova con lo zuccheroe il sale e diluite col latte ... aggiungete il burro fuso e poi trasferite tutto a bagnomaria: cuocete la crema per una decina di minuti circa o perlomeno fin quando cambierà aspetto e diventerà liscia, spessa e lucida... Togliete dal fuoco ed aggiungete anche qui la gelatina, già ammollata in acqua fredda e ben strizzata... mescolate bene e lasciate raffreddare, rigirandola di tanto in tanto.
Quando sarà ben fredda amalgamatevi la panna montata e la pasta al pistacchio: quest'ultima va dosata a seconda dei vostri gusti!
Riprendete la teglia a cerniera dal frigo, foderate i bordi con una striscia di carta forno e poi coprite il fondo di biscotti con metà crema. Livellatela col cucchiaio e poi coprite col disco di geleè di fragole (appena tolto dal freezer così è più facile da maneggiare) cercando di centrarlo bene... coprite con la crema restante e trasferite in frigo a rapprendere per 3-4 ore o in freezer per un'oretta.

Per la decorazione stavolta ho ultizzato fragole a fette e dei pistacchi dolci tritati con la mezzaluna... ho aggiunto i soliti ciuffi di menta e la scorzetta di limone a dare colore... tutto coperto da un velo di gelatina...

Il risultato è una torta strepitosa: il connubio pistacchio/fragole è perfetto, il contrasto della crema morbida con la geleè è a dir poco sublime, per non parlare poi della base biscottosa che dà quel tocco di scroccarello che non stona affatto!

22 commenti:

  1. Non è nata per il mio menù...vedi' ahahahaha che meraviglia e cerca di cadere nel morbido...sai com'è...baci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Nuccio... ma se si cade nel morbido è come se non fossi caduta... ogni tanto le botte servono!

      Elimina
    2. Ciao Enza e a quanto servonoquelle cosidette botte ,sono quelle che ti insegnano tante cose ma noi andiamo avanti imperterrite ,comunque al piu' presto provero' la tua torta perchè io amo sia le fragole che i pistacchi e quindi non vedo l'ora di assaggiarla

      Elimina
  2. questa torta è fantastica!!! con il pistacchio poi... mmmm che gola che mi fa!!! spero che le cose ti vadano un po' meglio!:D

    RispondiElimina
  3. la foto mi ha subito attirato...è una meraviglia!
    e non crucciarti capita a tutti di sognare e poi finire col culo per terra, ma si va sempre avanti! forza!

    RispondiElimina
  4. Questa torta è una meraviglia!!!

    RispondiElimina
  5. meravigliosa questa torta!

    RispondiElimina
  6. Non sempre va tutto come vorremmo, anzi quasi mai. Oramai ho imparato che se non hai un culo di latta non sopravvivi :)
    E comunque io un modo per mandare tutti a fan* e tornare felice ce l'ho, mangiare una bella fetta di torta, o dei biscotti o un bel piatto di pasta fatto come si deve :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahahhaah Elenuccia... in effetti il cibo è sempre consolatorio! ;-)

      Elimina
  7. eccolaaaaa Enza, grazieeee la adoro la farò per il compleanno di mio figlio e ti farò sapere. il connubio è pazzesco non lo scrivo sennò svengo. baci buon we. mony

    RispondiElimina
  8. Ciao!!!!ma tu lo sai che ti sto' pensando da una settimana e ora che ho visto il tuo commento sono subito corsa non ho letto neanche cosa mi hai scritto!!!!!Rullo di tamburo,suoni di tromba...be' ho vinto una gara di dolci!!!!!!Lunedi' postero' il tutto...ho fatto delle rose di pasta di zucchero bellissime...ho fatto il primo posto...che cosa bella....e a proposito delle nuvole mi e' sembrato volare......
    Ci tenevo a dirtelo!!!!!!!
    Che bel post,molto riflessivo....
    e' proprio vero quando si cade...ci si fa sempre male....poi da una nuvola....non so' se rendo l'idea il volo e' alto....AAAAHHHH!!!!Ma poi rialzarsi molte volte ,almeno per come sono io,mi rende estremamente forte,decisa ,e ancora piu' caparbia di prima....io con una caduta dalle nuvole mi romperei tutta ma no la testa...sono di coccio..opps di ferro... e credimi mi aiuta tanto.....!!!!!!!
    Buon tutto cara e grazie...corro a leggerti!!!!Buona vita!!!!Raffaella!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :-) .... che bello!!! sono davvero contenta per te!
      :-)

      Elimina
  9. Ciao tesoro, sono Vivy. Anche se è un periodo pessimo passo spesso da te, perchè le tue parole, la tua tenacia, le tue ricette il tuo splendido blog mi danno quel minimo di ripresa giornaliera... Grazie. Ti abbraccio forte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tesoro, è un piacere leggerti e sapere che passi da me. Io ti abbraccio forte-forte e quando vuoi, hai solo da alzare la cornetta del telefono! :***

      Elimina
  10. Ciao Enza, mi piace passare sul tuo blog,è come se ti conoscessi da una vita.
    Ragazza in gamba, sensibile e forte nello stesso tempo.
    Le tue meravigliose ricette mi lasciano a bocca aperta.
    Ti auguro una serena domenica.
    Incoronata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie! ma quanti complimenti... non so se me li merito tutti... ma mi fa piacere sapere che attraverso il mio blog riusciate a conoscermi un pò di più ogni volta! :-)

      Elimina
  11. ciao scusami se ti disturbo ... sto cercando la ricetta di una torta che mi dicono si chiami torta ingina ma non riesco a trovarla ... praticamente sarebbe a base di miele fragole pistacchi e uno yogurt greco e altri ingredienti... mi puoi aiutare per favore sicuramente ne sai piu di me grazie in anticipo e auguroni

    RispondiElimina