lunedì 16 gennaio 2012

Pasta alla Marinara con Fagioli di Controne e un pò di malinconia...

Oggi non riesco a decidermi sull'incipit di questo post. Ho tanti pensieri che mi frullano per la testa.
A volte metterli bianco su nero aiuta a schiarirsi le idee. Altre volte però metterli bianco su nero spaventa.
Ci sono situazioni che si creano senza che tu te lo aspetti o che te le cerchi, che ti arrivano addosso senza darti il tempo di accorgertene ... e non sono situazioni spiacevoli, ma sicuramente complicate. Complicate da vivere e complicate da portare avanti.
Eppure non riesci a fare a meno di pensarci. Sarà perchè io sono sempre stata una sognatrice. O perchè ultimamente non riuscivo più a stare bene con me stessa...
Sto divagando... ma è così il mio cervello in questo momento: un intreccio di fili, pensieri e parole... Oggi và così... abbiate pazienza!


La ricettina di oggi è un pò un classico rivisitato... e il co-protagonista merita due paroline...
Il fagiolo di Controne è un prodotto di nicchia,molto pregiato, e prende il nome dal piccolo comune dell'entroterra cilentano in cui è concentrata la produzione.

Dall'aspetto assomiglia ad una perla: piccolo, rotondo, di colore bianco senza macchie, con una pelle talmente sottile da risultare quasi impalpabile, caratteristica che lo rende altamente digeribile.

A me è piaciuto molto perchè ha un tempo di cottura inferiore rispetto ad altri tipi di fagioli, il che lo rende adattissimo anche a preparazioni last-minute, ed in più non si spezza come capita di solito nei fagioli cotti... ;-)


Ingredienti:
fagioli di Controne secchi
aglio
sedano
cipolla
vongole veraci
cozze
gamberetti
seppioline
calamaretti
polpa di granchio in scatola

Per prima cosa ho messo a cuocere i fagioli con abbondante acqua, il sedano e mezza cipolla... ho portato ad ebolizione con fiamma vivace, poi ho ridotto e li ho lasciati sobbollire per 30 minuti.
In una padella capiente ho fatto un bel giro d'olio evo, ho aggiunto lo spicchio d'aglio intero (così poi si elimina) ed appena ha cominciato a sfrigolare ho aggiunto una manciata di prezzemolo tritato... ho aggiunto le seppioline ed i calameretti... ho sfumato con un bicchiere di vino bianco secco (io Falanghina perchè avevo quella aperta) ed ho lasciato cuocere una decina di minuti... ho aggiunto la polpa di granchio e di gamberetti (i miei erano piccoli quindi li ho lasciati interi, sennò li taglio)... e dopo 5 minuti ho aggiunto i frutti di mare (che ho aperto da parte, onde evitare sgradevoli sorprese) e il loro fondo di cottura... Se serve aggiungete un mestolino d'acqua calda per portare tutto a cottura e non lasciate asciugare completamente il fondo.
Ho ridotto in purea più della metà dei fagioli col mixer ad immersione e ho aggiunto sia la purea che i fagioli interi nella padella, mescolando bene.
Ho lessato al dente delle mezzemaniche rigate Garofalo e le ho ripassate nella padella col condimento...
Io ho impiattato con qualche stelo di erba cipollina, un peperoncino intero e delle linguine spezzate a metà e fatte appena appena tostare in una padella calda.

14 commenti:

  1. Questa pasta ha un ottimo aspetto e la descrizione di questi particolari fagioli invoglia ancora di più a provarla... Peccato però non so proprio dove potrei trovarli :(

    RispondiElimina
  2. nei negozi di prodotti bio dovresti trovarli... o in qualche gastronomia bene fornita... :-)

    RispondiElimina
  3. Ciao Enza mi hai fatto venì fameeeee. Bellissimo piatto e bellissima presentazione. Ti abbraccio forte forte cara e mi raccomando pensa positivo ^__^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao cara! che piacere rivederti! grazie... di tutto...

      Elimina
  4. Forse sarà una questione di carattere e forse in questo piatto c'è ne tanto...Un piatto deciso e assolutamente da provare, ciao.

    RispondiElimina
  5. Non conosco i fagioli di controne, mai assaggiati. Grazie per avermi regalato il desiderio di farlo. :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :-) ... grazie a te per esser passata di qua!

      Elimina
  6. Ciao Enza, spero che sia tutto ok comunque dai è normale che ogni tanto ci siano momenti un po' "strani".
    Sai che non ho mai visto questi fagioli? non ne avevo mai sentito parlare. A vedersi sono carinissimi così tondi tondi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Elenuccia... si, in effetti i momenti "strani" vanno e vengono...
      cercali i fagioli che ne vale la pena! ;-)

      Elimina
  7. Ciao Enza... che signor primo piatto ;) Sono curiosa di assaggiare i fagioli di Controne devo mettermi alla ricerca ;)
    Qualunque cosa di giri per la testa e ti faccia sentire un pò giù spero passi presto! baci.

    RispondiElimina
  8. un piatto splendido complimenti

    RispondiElimina